“Storeografo dell’immediato”. Attilio Iannuzzo incontra i ragazzi del blog Zainetcasanova

News        12/04/2021

“Storeografo dell’immediato”
Così Attilio Iannuzzo ci ha descritto la figura del Giornalista.
Nell’ambito degli incontri didattici del progetto “Azioni di inclusione digitale”, finanziato dal Piano Nazionale scuola digitale del MIUR, è intervenuto il giornalista Attilio Iannuzzo, che ha suggerito agli alunni delle classi IM e IIIM alcuni passi fondamentali per scrivere articoli piacevoli ed interessanti sul blog sportivo di loro creazione.
Quali sono i temi di maggior interesse dei lettori?
AI “La regola delle 5S: “Sport”, “Soldi”, “Salute”, “Sesso”, “Sangue” rappresenta la miscela informativa capace di penetrare emotivamente nella testa del pubblico. A queste aggiungerei anche La T di “Trasporti” in quanto i cittadini vogliono essere informati su continuità, efficacia ed efficienza dei mezzi di trasporto, sulle criticità e sulle campagne informative e promozionali.
Come si scrive correttamente un articolo di News?
AI “Anche in questo caso ci si affida ad una regola: le 5W – “Who”, “What”, “Where”, “When”,”Why” – affinché la notizia sia completa. Bisogna essere essenziali già nelle prime righe. A differenza del cartaceo, in cui vengono commissionati i numeri di battuta, e quindi si deve racchiudere la notizia in quel numero di caratteri stabilito, sulle testate online non ci sono restrizioni, ma per essere più efficaci e diretti bisogna essere precisi e sintetici. Le immagini sono fondamentali. Soprattutto oggi, ai tempi dei social. Basti pensare al social media “Instagram” che basa tutto l’aspetto comunicativo sulle immagini.”
A questo proposito, come inserire in un blog immagini e video senza violare il copyright?
AI “La maggior parte delle testate giornalistiche produce immagini in autonomia. In alcuni casi ricorrono alle agenzie dove possono recuperare immagini e video. È inoltre possibile usare le immagini senza violare il copyright, citandone la fonte.”
Come evitare di scrivere Fake News?
AI “È importante verificare le fonti: consultare le Istituzioni in quanto fonti ufficiali e crearsi una rete di fonti confidenziali in grado di garantire la peculiarità dell’informazione. Il giornalista deve raccontare sempre la verità e lo deve fare con tutti i mezzi che ha a disposizione: carta, penna e camera. Oggi con il telefono cellulare è tutto più facile: spesso si posa la penna e si passa ai video per raccogliere interviste ed informazioni. Sui quotidiani online possono anche essere caricati piccoli spezzoni di video di dimensioni ridotte.”
Quando e perché ha deciso di diventare Giornalista?
AI “Quando mi dissero che sarebbe stato molto difficile riuscirci. È stata una vera e propria sfida. Ho cominciato negli anni 90 con recensioni di libri sul “Roma”, poi sono passato alla cronaca nera al quotidiano “Cronache di Napoli”, e oggi mi occupo di cronaca bianca in collaborazione con “Il Mattino”. Nel corso degli anni ho pubblicato due libri: “Napoli in guerra” e “Crimini di pace”. Il primo libro tratta le faide camorristiche tra le cosche della Napoli Nord, il secondo delle morti bianche.”
Quali consigli ci può dare per affrontare al meglio questo periodo di DAD?
AI “Bisogna vedere la luce in fondo a questo tunnel buio: continuare a vivere la scuola a pieno e guardare tutta la situazione in una prospettiva di miglioramento. La scuola rappresenta tante cose: studiare, vivere insieme agli altri, fare politica. Prima o poi la situazione si risolverà e sarete in grado di apprezzare tutto ciò che in questo periodo vi è stato negato.” 

http://zainetcasanova.altervista.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'inizio dei contenuti